Stampa  
Codice:  
Course code:
8902
Anno accademico:
Academic year:
2005-2006
Titolo del corso:
Course title:
Sistemi logistici integrati
Integrated Logistical Systems
Modulo:  
Module:
Unico
Docente 1:
Teacher 1:
CAVALIERI Sergio
Ruolo Docente 1:
Teacher 1:
Professori Ordinari
Modalità 1:
Type 1:
Convenzionale
Settore scientifico-disciplinare:
Reference sector:
ING-IND/17 Impianti industriali meccanici
Anno di corso:
Year of degree course:
primo
First
Facoltà:
Faculty:
Ingegneria
Modalità di frequenza:
Type:
Non obbligatoria
Semestre:
Semester:
2
Sottoperiodo:
Sub period:
Numero totale di crediti:
Total credits:
5.0
Carico di lavoro
Workload
Attività frontale:
Lectures:
32.0
Esercitazioni:
Applied activities:
16.0
Studio individuale:
Individual work:
0.0
Attività didattica a piccoli gruppi:
Group work:
0.0
Seminari:
Seminars:
0.0
Laboratori:
Laboratories:
0.0
TOTALE (voci sopra-elencate):
TOTAL:
48.0
Ore di lezione settimanali:
0.0
Prerequisiti:
Prerequisites:
Concetti di gestione della produzione industriale e dei fondamenti dei sistemi produttivi
Basic knowledge of industrial production management and the foundations of production systems.
Obiettivi formativi:
Educational goals:
Il Corso di Sistemi Logistici Integrati si propone di fornire agli allievi della laurea specialistica del Corso di Ingegneria Gestionale un approfondimento sulle problematiche relative al coordinammento delle aziende operanti all'interno di una filiera logistica, dalla fase di produzione di materie prime fino allo stadio finale di vendita al consumatore finale.
This course is designed for students on the postgraduate degree course in Management Engineering. It provides an in-depth study of the issues relating to the co-ordination of companies working within a particular logistical strain, from the raw material production phase to the final stage of retail sales.
Contenuto del corso:
Course contents:
Un esempio tipico di catena logistica è quella dell'automotive: dalla produzione dei lamierati si perviene allo stampaggio delle portiere e degli altri particolari di carrozzeria, alla realizzazione di componenti (parti meccaniche, quali ad esempio dischi freno, e parti elettroniche, come centraline elettroniche) e di gruppi di assemblaggio che veranno poi assemblati nelle linee di montaggio finale. In una catena logistica così complessa, è necessario, onde evitare di avere problemi di stock-out o overstock di materiale lungo la pipeline logistica, garantire un elevato coordinamento tra le diverse aziende coinvolte. E' necessario quindi disporre di strumenti integrati di pianficazione: dal demand planning a sistemi di programmazione multistabilimento, a sistemi di schedulazione di fabbrica, fino ad arrivare a opportuni sistemi di gestione e coordinamento della rete distributiva, che si trova a diretto contatto con il cliente. Nel particolare, il corso si articola nei seguenti macroargomenti: 1) Introduzione alla logistica 2) Il modello SCOR 3) Demand planning 4) Introduzione alle reti neurali 5) Network planning 6) Programmazione operativa 7) Algoritimi genetici 8) introduzione ai sistemi informativi Il corso prevede, oltre ad una parte teorica, anche una serie di casi discussi in aula, e di games che saranno svolti in gruppi.
A typical example of a supply chain is that of automobiles: from the manufacturing of sheet steel one passes to the moulding of the doors and other parts of the vehicle body, then to the making of various components (mechanical parts - such as brake pads - and electronic parts - such as electronic controls) and the creation of assembly groups that will be assembled on the final assembly line. In such a complex supply chain, to avoid finishing stock or being overstocked it is necessary to guarantee a high level of co-ordination between the various companies involved. It is therefore necessary to have integrated planning systems: from demand planning to multi-factory planning, to factory scheduling systems, to suitable management and supply network co-ordination systems which come into direct contact with customers. The main contents are: 1) Introduction to supply management 2) SCOR model 3) Demand planning 4) Neural networks 5) Network planning 6) Network scheduling 7) Genetic Algorithm 8) Information systems in SC As well as lessons on theory, there will be discussion of case histories and role plays carried out in class.
Testo di riferimento 1:
Course text 1:
Impianti di movimentazione e stoccaggio dei materiali, Caron F., Marchte G. Wegner R., Hoepli (pagine/pages: 300)
Testo di riferimento 2:
Course text 2:
Gestione della produzione industriale, Brandolese A., Pozzetti A., Sianesi A., Hoepli 1993 (pagine/pages: 300)
Testo di riferimento 3:
Course text 3:
Supply Chain Management and Advanced Planning, Stadler H., Kilger C., Spreinger-Verlag 2000 (pagine/pages: 200)
Metodi didattici:
Teaching activities:
Lezione frontale, Esercitazioni, Casi di studio
Lectures; practical activities; case histories
Struttura della verifica del profitto:
Assessment:
orale
oral
Descrizione verifica del profitto:
L'esame consisterà in una prova orale che sarà prevalentemente basata sui casi affrontati insieme col docente all'interno del corso.
The oral exam will be based mostly on the case histories examined in class.
Lingua di insegnamento:
Teaching language:
Italiano
Italian
Altre informazioni:
Other information:
 
Stampa