Stampa  
Codice:  
Course code:
39004
Anno accademico:
Academic year:
2011-2012
Titolo del corso:
Course title:
Modulo:  
Module:
Unico
Docente 1:
Teacher 1:
Ruolo Docente 1:
Teacher 1:
ModalitÓ 1:
Type 1:
Convenzionale
Settore scientifico-disciplinare:
Reference sector:
ING-IND/14 Progettazione meccanica e costruzione di macchine
Anno di corso:
Year of degree course:
FacoltÓ:
Faculty:
Ingegneria
ModalitÓ di frequenza:
Type:
Non obbligatoria
Semestre:
Semester:
2
Sottoperiodo:
Sub period:
0░
Numero totale di crediti:
Total credits:
0.0
Carico di lavoro
Workload
Attività frontale:
Lectures:
0.0
Esercitazioni:
Applied activities:
0.0
Studio individuale:
Individual work:
0.0
Attività didattica a piccoli gruppi:
Group work:
0.0
Seminari:
Seminars:
0.0
Laboratori:
Laboratories:
0.0
TOTALE (voci sopra-elencate):
TOTAL:
0.0
Ore di lezione settimanali:
0.0
Prerequisiti:
Prerequisites:
Obiettivi formativi:
Educational goals:
Contenuto del corso:
Course contents:
COSTRUZIONE DI MACCHINE 2: Norme per la progettazione. Norme nazionali e internazionali. Verifica di resistenza in termini probabilistici. Fail-safe, Safe-life e albero dei guasti. Molle. Travi a grande curvatura; torsione di travi a sezione non circolare; molle a elica cilindrica; molle a tazza. Elementi costruttivi. Giunti rigidi, elastici e articolati; innesti a frizione; freni meccanici; riduttori; rotismi epicicloidali. Collegamenti fissi. Saldatura di pezzi in acciaio; calcolo di giunzioni bullonate. Calcolo di elementi meccanici soggetti a flessione torica. Calcolo delle flange. Calcolo dei tirafondi. Elementi di meccanica dei continui anisotropi. Criteri di resistenza di Hill, Tsai-Hill, Hoffman, della massima tensione e della massima dilatazione. PROGETTAZIONE FEM: Richiami di meccanica del continuo e di calcolo numerico. Teorie strutturali: telai, piastre, gusci. Cenni ai metodi numerici per la soluzione delle equazioni differenziali. Metodo degli spostamenti. Metodo degli elementi finiti. Metodo delle differenze finite. Elementi plane-stress, plane-strain, elementi isoparametrici. Analisi statiche lineari. Soluzione nel dominio del tempo: integrazione implicita ed esplicita. Modellazione strutturale per elementi finiti. Criteri di modellazione per elementi finiti monodimensionali, bidimensionali, tridimensionali: valutazione della correttezza dei risultati. Modellazione di problemi non lineari nel comportamento del materiale. Simulazione di problemi di contatto-impatto. Simulazione numerica della presenza di difetti negli elementi delle macchine.
Testo di riferimento 1:
Course text 1:
A. Terranova, S. Baragetti, Progetto e calcolo di sistemi meccanici, HOEPLI, Milano, 2008.
Testo di riferimento 2:
Course text 2:
E. Bazzaro, C. Gorla, S. Miccoli, Lezioni di Tecnica delle Costruzioni Meccaniche, Edizioni Spiegel, Milano, 1997.
Testo di riferimento 3:
Course text 3:
Zienkiewicz, O. C., Taylor, R. L., The Finite Element Method, McGraw-Hill Book Company, Great Britain, 1989
Testo di riferimento 4:
Course text 4:
Bathe, K. J., Finite Element Procedures?, Prentice Hall, New Jersey, 1996
Testo di riferimento 5:
Course text 5:
P. Davoli, L. Vergani, S. Beretta, M. Guagliano, S. Baragetti, Costruzione di Macchine 1, McGraw-Hill, Milano, 2003.
Metodi didattici:
Teaching activities:
Struttura della verifica del profitto:
Assessment:
Descrizione verifica del profitto:
Lingua di insegnamento:
Teaching language:
Altre informazioni:
Other information:
 
Stampa